Le persecuzioni del clero locale

rogo-di-giovanna-darco_0
(Santa Giovanna D’Arco )

Al di sopra del Papa, come espressione della pretesa vincolante dell’autorità ecclesiastica, resta comunque la coscienza di ciascuno, che deve essere obbedita prima di ogni altra cosa, se necessario anche contro le richieste dell’autorità ecclesiastica”.

(Cardinal Joseph Ratzinger – Commentary on the documents of Vatican II, vol. V,p. 134, Herbert Vorgrimler – Ed. Herder and Herder)

In questi anni di Apparizioni, Segni Miracolosi e Messaggi Profetici; il vescovo del luogo non ha mai istituito una commissione di studio sul fenomeno, ne ha mai fatto visita al luogo delle Visitazioni di Maria Santissima. Nonostante ciò si è negata autenticità all’Apparizione, cercando di screditarla, facendola passare addirittura come “un inganno del diavolo”, attraverso lettere e dichiarazioni arbitrarie. Può un Monsignore dare del falso ed imbroglione ad un figlio di Dio, calunniandolo pubblicamente? Cristo ci ha insegnato ad amare e non a giudicare. E’ giusto condannare un’Apparizione per sentito dire o per colpa dei pregiudizi? E’ giusto non considerare tutto il bene operato dall’Apparizione, non ascoltando i testimoni diretti? Mario è sempre stato disponibile per i dovuti studi scientifici, essendo certo che è opera di Dio, ma mai è stata accolta la sua disponibilità, forse per non riconoscere la soprannaturalità dell’evento? Ciononostante sono state dichiarate non autentiche tali esperienze mistiche, infangando Mario e il suo apostolato, facendo leva su di un “indagine”  fatta a porte chiuse e per sentito dire, della quale sono ignoti i risultati!! Mario viene ritenuto “colpevole” di chi sa quale crimine, addirittura “smascherato”, ma di che cosa? Non si sa! Ha forse rubato qualcosa a casa di Mons. Caliando? Dove sono tutti questi inganni e bugie? Mario non può fermare Dio, che l’ha scelto personalmente, per un’importante Messaggio di Salvezza, se  nè è capace Mons. Caliandro, lo faccia. Non è la prima volta che povera gente viene condannata ingiustamente, basta pensare a ciò che è avvenuto con la Santa Inquisizione e a tutte le condanne date a vari mistici e santi, successivamente alzati agli onori degli altari! E’ cristiano, mettere al bando un figlio di Dio, facendolo passare per un poco di buono, usando il potere istituzionale? Di scismi nella Chiesa ve ne sono tanti, ma di sicuro non vengono dalle Apparizioni della Madonna ma dalla chiara contrapposizione dei veri cristiani con i falsi cristiani, dei veri ministri di Dio con i falsi ministri!! Può un Monsignore, che dovrebbe dare un esempio di carità, umiltà, saggezza; condannare una persona senza conoscerla? E’ evidente che vi è stato un abuso di potere ed un abuso della credulità popolare, visto che ci si è impegnati a convincere la buona gente, a non seguire tali Eventi. Si è addirittura giunti a minacciare i fedeli di privarli dei sacramenti, qualora avessero continuato il cammino spirituale dell’Apparizione, manco fossero dei criminali!! La gente che va alle Apparizioni non è sprovveduta, ma abitata dallo Spirito Santo che li illumina e guida, e sono capaci di riconoscere la straordinaria presenza di Maria Santissima nell’Angolo Santo, avendo la virtù dell’umiltà, che diversi uomini di Chiesa amano esaltare ma non praticare. La gente andrebbe rispettata nella sua libertà di decidere dove andare a pregare, visto che siamo liberi cittadini e la preghiera non ha mai fatto male a nessuno. Si dovrebbe pensare a fare un po’ di pulizie “in casa”  che di“mele marce” c’è ne sono tante, invece di perseguitare un povero giovane che ci riunisce a lodare Dio e ci trasmette la Parola del Cielo, il quale dà un esempio davvero cristiano ed evangelico. Il Vangelo stesso ci insegna che dove sono due o tre riuniti nel Mio Nome, Io sono in mezzo a loro» (Mt. 18:20).  Si dovrebbe pensare ad annunciare il Vero Vangelo della Croce e della povertà, rinunciando alla ricchezza e al potere, che con Cristo non c’entrano nulla. Cosa ha guadagnato umanamente Mario e la sua famiglia, da questa esperienza, se non insulti e persecuzioni, condanne e opposizioni dei “Grandi della Casa del Padre”? Forse la curia avrebbe voluto che Mario e la sua famiglia mettessero un cestino per raccogliere offerte da dare a loro, come fanno nelle chiese? Mario e la sua famiglia non fanno delle cose di Dio merce da vendere, infatti non hanno mai venduto nulla e non hanno mai chiesto nulla ai pellegrini, e ne sono testimoni migliaia di persone affluite al Giardino. Aprono semplicemente la loro casa per chi volesse unirsi alla preghiera del Rosario per l’Apparizione, come vuole la Vergine Maria. Nessuna speculazione c’è mai stata in quest’Angolo Santo, nonostante le proposte di tanta“buona gente” di chiesa. Non gli bastano lo stipendio e le offerte dei poveri cittadini a lui e ai suoi preti? Cosa vogliono da questa famiglia e da questo giovane? Invece di ringraziarli ed aiutarli nell’accogliere i pellegrini, si permettono il lusso di infangarli pubblicamente, ritenendo “non autentiche le esperienze mistiche di Mario”. Sono forse autentici i preti pedofili e ribelli, che hanno allontanato tanta gente da Dio? E’ questo l’esempio che i ministri di Dio danno? Può Mons. Caliandro proibire di pregare il Rosario in un luogo, solo perché li appare la Madonna e lui non ci crede? Va detto che in tutte queste “condanne”  a priori, non sono mai state date delle giuste motivazioni, “volendo sorvolare”  su di esse. In verità non vi è nessuna valida motivazione per minacciare le persone e per affermare che l’Apparizione non esiste, visto che vi sono solo “frutti buoni”, semplice preghiera e nessuna speculazione. Vi sono tante buone motivazioni che confermano la veridicità dell’Apparizione come le tante conversioni, le lacrimazioni di sangue, le stigmate ed i miracoli eucaristici (mai esaminati dalla Diocesi!), sulle quali si è voluto sorvolare, proprio come si è voluto sorvolare sulle motivazioni della condanna!! Su quali basi vengono dichiarate non autentiche delle Apparizioni ancora in corso? Possono i fedeli accettare una condanna senza conoscere le motivazioni, e senza accurati studi scientifici sui segni avvenuti? Sono stati criticati anche i Miracoli Eucaristici avvenuti sotto gli occhi della gente! A questo punto non solo si è negata la possibilità che Mario riceva la Santa Comunione da Gesù e Maria, ma si sono negati tutti i Miracoli Eucaristici nel mondo. Diversi sono i preti che non credono a nessuna Apparizione e che le combattono, avendo dimenticato la funzione di Maria Santissima: condurre anime al Figlio Suo Gesù. Non pochi preti si sono “protestantizzati” , eliminando l’importanza della Devozione a Maria e ritenendola una superstizione. Non è raro ascoltare dei preti parlar male anche di Fatima, affermando che non c’è bisogno di queste Apparizioni! Ricordiamo che a Fatima un Angelo portò la Santa Eucarestia a Lucia, o non crediamo nemmeno a Fatima? Tanti Santi hanno avuto il privilegio della Comunione Mistica! I miracoli sono sempre esistiti, e la Parola di Dio è piena di testimonianze in tal senso, come la vita di tanti Santi e veggenti. Se Dio e la Vergine donano dei segni lo fanno per autenticare il Loro Messaggio, ovvio che per chi non vuol credere nessun segno basterà a farlo credere. Come sempre solo i “piccoli” accorrono al Richiamo della Vergine e La seguono. Infondo è ai “piccoli” che Dio si è sempre rivelato. Perché si è intimato più volte il silenzio al tramite della Beata Madre, facendo leva su una falsa obbedienza mirante a “spegnere” questo “faro luminoso” per il mondo? Danno tanto fastidio i messaggi di questa Apparizione, che richiamano i pastori a vivere davvero la loro consacrazione sacerdotale, rinunciando alla mondanità e ad una falsa chiesa amante del potere più che della grazia? Basta meditare i Messaggi per comprendere che è la Regina dei Cieli a parlare a Mario, visto la coerenza dei medesimi, con la dottrina della fede e l’assenza d’ogni eresia e la loro evangelicità. Tali condanne umane, emesse senza dare giuste motivazioni non hanno nessun valore e non contengono nessuna verità; infatti i pellegrini, veri figli di Maria Santissima, hanno continuato serenamente il loro cammino spirituale, non dando credito ad attacchi pubblici ed a mezzo stampa, di gente priva di carità, che avrebbe dovuto accogliere benevolmente e nella gratitudine, queste Manifestazioni del Cielo, riconoscendo l’azione dello Spirito Santo che soffia dove vuole”, mettendo in pratica gli insegnamenti biblici: Non spegnete lo Spirito, non disprezzate la profezia” (1Ts 5:16).  E’ giusto che Mario dichiari il falso, chiuda il luogo delle Apparizioni, affermando di essersi inventato tutto, quando ciò non è la verità? Può una persona che ha fede in Dio rinnegare l’Apparizione accettando un’ingiusta condanna? Ricordiamo in oltre che un monsignore non fa Chiesa, e che non è infallibile, in quanto una persona come tante altre, e tutti possono sbagliare: la storia c’è lo dimostra!! La Chiesa siamo anche noi battezzati, facenti parte del Corpo Mistico di Cristo, pietre vive del Tempio di Dio! I fedeli sono stanchi di essere trattati come ignoranti e incapaci di discernere da se le cose di Dio, ma sopratutto sono stanchi di assistere sistematicamente ad Apparizioni perseguitate e combattute proprio dai capi della Chiesa. Il parere di un fedele conta come un parere di un monsignore, e non ascoltare un fedele cristiano battezzato e figlio della Chiesa, obbligandolo a non seguire la Vergine, non è cosa giusta. Va detto che la Chiesa ritiene private tutte le Apparizioni, visto che la Rivelazione è conclusa con la morte dell’ultimo Apostolo. Visto ciò, la condanna o approvazione di un’Apparizione ha poco valore, essendo che comunque si è liberi di seguirle o meno, in base alla propria convinzione personale. Non sarebbe giusto attendere la fine di un’Apparizione per pronunciarci correttamente su di essa? Perché voler negare a tutti i costi gli interventi di Maria in Terra, sopratutto li dove ci avverte dell’esistenza di una falsa chiesa composta da finti cristiani e ministri corrotti, la quale minaccia le fondamenta dell’unica vera Chiesa di Cristo? Si parla tanto di unità e carità, ma la persecuzione è proprio dai cristiani ai cristiani; non ci scandalizziamo poi di ciò che accade nel mondo, e non andiamo predicando pace e amore, se si è i primi a portare discordia e odio. Eppure Mons. Caliandro e chi per lui, dovrebbe sapere che dall’amore riconosceranno che siete Miei discepoli” (Gv 13,34-35). Per meglio avvalorare la “sentenza” della “classe dirigente”,  si è giunti ad affermare che era dovere di Mario, rivolgersi direttamente al Papa, per chiedere un intervento in merito alla sua esperienza, quando ciò è dovere degli Ordinari del luogo come interessati dalle Apparizioni; come anche è loro dovere proporsi come guida nel vero discernimento dei Segni Divini, senza chiudere gli occhi per colpa dei pregiudizi, per negarli a tutti costi. Mario crede che si è voluto screditare il Messaggio perché molto forte e grave, ma sopratutto per far si che la gente non creda a ciò che egli ha da raccontare sulla sua vicenda in Seminario, dove lui personalmente è stato e che in seguito abbandonò, dopo alcuni fatti incresciosi, che evita di raccontare. Siccome la Chiesa non ha bisogno di nuovi scandali, Mario ha preferito far silenzio su tale vicenda (evitando di coinvolgere terzi), ma qualora fosse necessario, racconterà ciò che personalmente ha vissuto, affinché tronfi la verità sull’errore, la giustizia sull’ingiustizia, la luce sulle tenebre; mettendo così fine alle calunnie perpetrate da alcuni preti, per screditare l’Apparizione. Mario offre queste persecuzioni per la conversione dei “figli ministri” che hanno perso la vera fede, e sono divenuti incapaci di accogliere ogni Appello di Maria Santissima in Terra, perseguitandoLa e usando le omelie e le confessioni  per allontanare anime dai luoghi delle Apparizioni; affinché aprano i loro cuori alla grazia e umilmente lodino la Vergine per la Sua Presenza Viva, vedendo le Apparizioni nel mondo come un dono per avvicinare anime alla Santa Chiesa, e non come una minaccia. La Vergine viene a ricordarci che dobbiamo servire gli altri e non umiliarli e calunniarli, per sedere sui troni”, pensando di essere i detentori di chi sa quale verità. Dio e la Santa Madre sono liberi di manifestarsi a chi vogliono Loro, per quanto tempo vogliono Loro, e dove vogliono Loro!! Loro scelgono i confidenti e messaggeri, indipendentemente dal loro passato, formandoli personalmente alla missione profetica. Basta pensare agli Apostoli, presi dalla strada e mandati da Gesù ad annunciare il Vangelo. Non ha forse Dio il potere di abilitare i Suoi figli alla grazia divina per compiere il Suo Volere? E’ il Signore che ci fa santi e non noi!! Gesù e Maria non hanno bisogno del riconoscimento umano, difatti continuano a manifestarsi, nonostante le censure e le “scomuniche” date a tanti veggenti sparsi nel mondo, segno di un vero e proprio terrorismo spirituale, atto a intimidire il Piccolo Gregge” rimasto fedele al Vangelo dell’Agnello Divino ed obbediente ai Sacri Cuori di Gesù e Maria. In questi tempi, per non smarrirsi nell’eclissi della fede, va seguito l’esempio di Santa Giovanna D’Arco, la quale rimase fedele alla Chiamata ricevuta, incurante degli umani oppositori, perché è a Dio che si obbedisce, e non agli uomini” (Atti5:29) ed è l Sua Volontà che va fatta. Il Signore non ama dar conto all’umano del Suo operato e di fatti non lo fa, anche se può domandare docilità ai Suoi pastori. Le Apparizioni della Vergine sono il segno della cura amorevole che Dio ha per il Suo Popolo incammino verso la Patria Eterna e la vera Chiesa, rimasta fedele alla Tradizione, al Magistero e alla Parola, accoglierà sempre gli Appelli della Madre di Dio ovunque Ella giunga. Ci confortino le parole di Nostro Signore sempre attuali: beati voi quando vi insulteranno, vi perseguiteranno e, mentendo, diranno ogni sorta di male a causa Mia” (Mt 5:11). A Dio la gloria per aver donato la sapienza necessaria al Suo “Piccolo Gregge”, per riconoscere il Tempo della grazia, che è il Tempo di Maria, la Vergine Immacolata e Pura, la Donna vestita di sole che combatte la Bestia, Sua Antica Avversaria (Ap 12:7). Restiamo uniti all’Immacolato Cuore di Maria, ascoltando la Sua voce e praticando i Suoi insegnamenti preziosissimi, poiché Maria prepara la strada al Ritorno glorioso di Gesù, così come lo preparò alla Sua prima Venuta. Entriamo a far parte dell’Esercito di Maria Santissima, attraverso il quale Nostra Signora, come promise a Fatima, trionferà!

San Luigi Maria Grignion de Monfort:

Infine Dio vuole che la Sua Madre Santa sia oggi più conosciuta, più amata, più onorata che non lo fosse in passato. Ciò avverrà di sicuro se i veri credenti sapranno entrare, con la grazia e la luce dello Spirito Santo, in quella devozione interiore e perfetta che spiegherò loro inseguito. Allora vedranno chiaramente, nella misura consentita dalla fede, questa splendida Stella del mare e – guidati da Lei – arriveranno al porto sicuro, nonostante i pericoli delle tempeste e dei pirati; conosceranno gli splendori di questa Regina e si metteranno totalmente al Suo servizio, come Suoi sudditi e schiavi d’amore; gusteranno le Sue dolcezze e bontà materne, L’ameranno teneramente come Suoi figli prediletti, scopriranno le misericordie di cui è ricolma e i bisogni che essi hanno del Suo aiuto; a Lei ricorreranno in ogni cosa, come alla loro cara Avvocata e Mediatrice presso Gesù Cristo; saranno convinti che Ella è il mezzo più sicuro, più facile, più breve e più perfetto per andare a Gesù Cristo e si affideranno a Lei corpo e anima, senza riserva, per appartenere in questo modo a Gesù Cristo”. 

 

Annunci